Archivio

Archivio Novembre 2006

Senza titolo Senza forma

22 Novembre 2006 9 commenti


Il locale è piccolo, buio e pieno di fumo che, dal soffito, scende tra i tavoli e riempe l’aria. Come la musica e la voce rauca consumata dal whisky e dal tabacco. E’ densa, e chi la ascolta la sente entrare dentro, nel petto, insieme al fumo. Si allarga nel petto e da lì arriva ovunque nel corpo. C’è buio tutt’attorno. Degli altri clienti si vede solo il controrno, mentre bevono e fumano. La sola luce punta sul palco dove, seduto ad un piano, il cantante ci graffia l’anima con la voce bassa, mentre il whisky riscalda il corpo.
Nella testa non ci sono pensieri, solo la musica che fa chiudere gli occhi.
L’aria è pesante e viscosa. Ma l’atmosfera è leggera. Le membra hanno il peso del mondo. E quella voce racconta storie di tutti noi. In quel momento ognuno è solo con se stesso. E’ come se Waits sedesse al tavolo di ognuno e cantasse, o meglio parlasse melodicamente, con la tua anima senza che ce ne rendessimo conto. E’ come se fosse al tavolo e con una mano nel nostro petto ci accarezzasse cantando.
nessuno applaude.
nessuno esulta.
nessuno vuole rompere quell’attimo.
quell’atmosfera.
ogni tanto si vede una fiamma che appare giusto il tempo di accendere una sigaretta. Poi solo fumo. E musica. I bicchieri tintinnano scontrandosi con le bottiglie, mentre i cubetti di ghiaccio trovano un nuovo equilibrio nel bicchiere, come piccoli iceberg alla deriva nel liquido ambrato ed alcolico.
Fuori da lì c’è solo la nebbia che copre una città che dorme.
Le strade sono vuote e bagnate. I passi rimbombano tra i vicoli stretti del centro storico. L’alcol si fa sentire. La musica anche e la mente vaga. Manolito ha una storia da raccontare ma stanotte non c’è nessuno pronto ad ascoltare. Si accende l’ennesima canna. “Non è una buona notte per stare lucidi” – pensa tra se. Si chiude nel cappotto verde militare e prosegue a camminare sparendo nella nebbia, ubriaco e barcollante.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Cazzo, scordo sempre dove lascio il forcone!

13 Novembre 2006 3 commenti

Se Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza,
perchè in realtà l’uomo è più simile a Satana?

Bene o male,
c’è qualcosa che non quadra..

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,