Archivio

Archivio Giugno 2003

Sfogo dell’ora di pranzo

30 Giugno 2003 4 commenti

Oggi si ascolta Ani DiFranco… una bella voce femminile… si cerca di star bene grazie a un pò di musica… oggi sono un pò stranito… alti e bassi… l’umore sale e scende come preferisce e cosi fanno i pensieri… girano sempre attorno alla stessa cosa… come pianeti attorno ad un sole… situazione strana… pericolosa… specie per uno come me… ho costruito altre ali di cera per volare incontro a quel sole… ma ogni volta mi fermo… mi blocco al limite dei miei pensieri… dove iniziano i suoi… mi blocco al confine della mia anima… vorrei bruciarmi… ardere nel giallo e sferico astro fonte di vita… tuffarmi tra le sue braccia… lasciarmi avvolgere e chiudere gli occhi… sentire le forze che m’abbandonano… lasciarmi andare… sicuro… ma sono solo pensieri… solo sogni… solo castelli che costruisco da me su fondamenta inesistenti e che, presto o tardi, crolleranno… era una cosa che m’ero promesso di non fare più… era una cosa che speravo non avrei più fatto… ma è anche la maledizione di ogni sognatore… ed eccomi qua… di nuovo a correr dietro a stelle cadenti e comete… ad esagerare con le parole… ad inseguire anime lontane… a pensare e ripensare al nulla…
Forse è meglio se il menestrello, mia principessa, stavolta canti la sua canzone mentre lascia il suo castello…

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Non so…

27 Giugno 2003 Commenti chiusi

Dannazione che guida la vita mentre lo spirito urla imprecazioni in faccia a questa luna che ogni notte splende pallida nel cielo e raffredda la mente. Quanto e’ bello quest’astro argentato che ogni notte osserva il mondo da lassu’, silenzioso. Sembra un generale fiero con attorno a se radunato tutto il suo esercito di stelle a tenerci d’occhio, a vegliare su di noi, su queste anime che nel buio si muovono silenziose. Gia’ perche’ la notte non si fa rumore, la notte non escono gli uomini, la notte escono gli spiriti. Gli esseri umani la notte se ne restano a casa a dormire e lasciano il mondo a chi esiste solo nel buio. Per uscire la notte bisogna lasciare a casa tutto quello che siamo e prepararsi ad entrare in un sogno. Affrontare tutti i pensieri che ci assalgono all’improvviso come dei felini famelici in agguato nell’oscurita’ che aspettano la preda. Sono tutti quei pensieri che durante il giorno si rifugiano negli negli anfratti piu’ bui e nascosti dell’animo, dell’attimo, del momento, lontani al riparo dalla luce del sole come piccole e striscianti creature notturne che sentiamo zampettare in lontananza ma che non vedremo mai… almeno fino a quando non scende il buio quando escono e ci cadono addosso all’improvviso come un violento temporale estivo che ci investe in pieno senza darci possibilita’ di ripararci e radendo al suolo quei bei castelli di sabbia che abbiamo costruito con gioia e fatica durante il giorno. Ma e’ piacevole camminare sotto un acquazzone, sentire le grandi goccie che ci battono addosso una per una quasi a voler confermare la loro presenza, come per volerti dire “ci sono anch’io, mi senti??”. Una di queste notti me ne torno al mare e stavolta c’arrivo… La musica giusta per la notte?? Ma dipende dalla notte, cmq personalmente ci vedo un bel blues, lento, triste, malinconico, ma pieno d’energia, carico, che ci entra dentro fino nell’anima per farcela vibrare… Come un treno che ci investe a tutta velocita’… E che c’entra non lo so… Ma del resto che cavolo ho scritto fino ad ora non lo so… Ho messo in fila un bel po’ di simboli che il genere umano chiama lettere e le usa per comunicare, perche’ l’uomo deve comunicare con qualcuno per necessita’, non puo’ stare solo… Un bel po’ di tempo fa (“un bel po’ di tempo fa” e’ teribbbile come frase visto che il tempo non esiste e’ solo un pregiudizio, un modo che ha trovato l’uomo per darsi delle regole…) qualcuno ha detto “la solitudine e’ una cosa bellissima, ma c’e’ bisogno di qualcuno a cui raccontarlo”… Che periodaccio… Comparire all’improvviso nella vita di qualcuno come un lampo in una notte senza luna, come una candela nel buio di una stanza chiusa, illuminargli per un po’ lo spirito per poi spegnersi e sparire cosi come si e’ comparsi, all’improvviso… Correre dietro ad illusioni, a chimere e quando stai per agguantarle… fermarsi all’improvviso lasciandola andare per correre dietro ad un’altra stella cadente. Non mi rimane altro che confusione (grande Kerouac) ed e’ questo che posso regalare a chiunque abbia voglia di ascoltarmi, un grosso sacco pieno di confusione, cianfrusaglie, pensieri inutili e stelle spente e’ quello che lascio a chi mi ascolta. Ma va bene anche cosi, non si sta poi cosi male, torno nella mia dannazione, che poi non mi ha mai lasciato e ne ho avuto conferma ultimamente, torno a distorcere quello che i miei cinque sensi credono di percepire, torno a lasciare che la mia anima se ne vada tra le stelle e si nasconda dietro la luna dove puo’ evitare che i pensieri la trovino… E gia’ devo tornare al mare in notturna… E’ bello vagare la notte sotto le stelle tra rumori leggeri e pensieri pesanti figli dell’assurdita’ che durante il giorno non abbiamo il tempo di “partorire”… Siamo costretti a seguire ciecamente dottrine e metafisiche erose dal tempo, superficiali tentativi di razionalizzare la nostra presenza su questa terra. Perche’ l’essere umano non puo’ vivere anche nell’irrazionale (veramente sarebbe piu’ giusto chiedersi perche’ c***o mi faccio ste domande idiote…), dobbiamo per forza cercare sicurezza, certezze e quindi inseguire la razionalita’… Siamo il risultato di milioni di anni di evoluzione, ci portiamo dentro milioni di anni di esperienze, ma siamo ancora come dei bambini che non sono ancora usciti dalla loro cameretta, vaghiamo nello spazio, esploriamo pianeti, scaliamo montagne, giochiamo con la genetica cercando l’essere perfetto, speziamo gli atomi per fregargli l’energia, si siamo grandi, eccezionali quasi vicino a Dio, ma chi siamo… Riveliamo i misteri piu’ strani del mondo, scopriamo le verita’ piu’ nascoste dell’universo, esaminiamo e sfruttiamo le particelle piu’ piccole che esistano, decidiamo della vita e della morte di tutto cio’ che popola il nostro mondo compresi i nostri simili, ma di noi stessi cosa sappiamo… Conosciamo ogni strada della citta’ dove abitiamo, ogni vicolo del nostro quartiere, ogni buca della strada davanti l’ufficio e poi ci perdiamo dentro casa nostra, tra le sue poche stanze…
E’ colpa del caldo che mi fa uscire la notte…

Categorie:Senza categoria Tag:

Posso non sognare?

27 Giugno 2003 2 commenti

La musica l?ho messa? oggi tocca a De Andrè? un mito? niente da dirgli? solo da ascoltarlo? ed emozionarsi? Eccomi qua? non mi va di lavorare? oggi sono un pò di scazzo? non so il perchè? o forse non lo voglio ammettere? non c?ho tanta voglia d?usare metafore o altro? scrivo per vedere quel che esce fuori adesso? stamattina ero tranquillo poi non so? non so cosa sia successo di cosi strano? forse non posso essere tranquillo per più di qualche ora? il mio fisico non lo regge? non so? non metabolizza questa tranquillità? non la riconosce come sua? si sforza e dopo un po? non regge? inizia a scemare piano piano? come il sole al tramonto che scende fino a nascondersi dietro alla terra? il sole? non ho mai pensato tanto al sole come in questi giorni? sempre la luna? sempre la notte? adoro la luna e adoro la notte? ma ho trovato un sole? un sole che m?illumina da lontano? mi riscalda dentro? provo a volare? mi alzo anche da terra e svolazzo tra gli alberi? li supero se voglio? li scavalco al pensiero di quel sole lassù? salgo più su oltre la cima più alta e guardo il cielo? azzurro? infinito? ed io ne sono immerso? sento il caldo sulla pelle? il sole che sembra volermi accarezzare? mi sento avvolto di luce dorata? il sole che sembra volermi abbracciare? ma Icaro attratto dalla bellezza del sole ne rimase vittima senza arrivare a sfiorarlo? come una falena attratta dal fuoco che si brucia le ali? ed io faccio lo stesso? nella mia mente da bambino costruisco sogni come un meticoloso artigiano? ma sono fragili e si reggono sul niente? non hanno sostanza e contro la realtà degli uomini si sbricioleranno? ne costruisco un?infinità? ma sono solo un menestrello che vuol combattere i draghi armato di speranze e parole? non ho più nemmeno l?armatura? non sono un cavaliere? non sono un principe? e in questi momenti in cui mi trovo a cadere senza ali che mi accorgo di quanto siano inconsistenti i sogni davanti alla realtà?
Ma come posso non sognare mentre dentro di me splende un sole? come posso non sperare di divenire un principe anch?io mentre la mia anima vola verso quel sole senza paura alcuna? come posso non sognare se tra i pensieri che incontrano la mia mente ve né uno luminoso e splendente? Come posso non lasciare la mia anima vagare tra le stelle sperando di trovare il suo sguardo? come posso non sognarla alzare gli occhi e guardarmi mentre è in posa per il mondo che vuole immortalare la sua bellezza in una fotografia? come posso anche solo sperare di non morire per un suo bacio? inebriato del suo profumo? con la mente annebbiata dalla sua dolcezza? con gli occhi pieni della sua bellezza? con l?anima che vibra e il cuore che urla? perso tra le sue braccia? nel suo calore? perso in lei? come in un cielo?

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Viaggi mentali

26 Giugno 2003 1 commento

con la mente puoi andare ovunque… Basta chiudere gli occhi e fare un passo…
apri una porta e sei sulla luna… ne apri un’altra e sei nel deserto… non ci credete?? Provate??

basta saper sognare un pochino e trovare le porte giuste… :)

Andiamo sulla luna… Argenteo astro sospeso nelle tenebre… Specchio del sole…
Colei che ci strappa i sospiri più profondi… sulla sua desertica e scarna
superficie siamo soli… avvolti dalla luce del sole passaggiamo leggeri
tra le sabbie ed i crateri che simili a montagne spezzano l’orizzonte…
non si può dire che sia notte o giorno… non c’è la luna come le nostre
notti sulla terra… ma c’è il sole… non c’è un cielo azzurro sopra di noi… ma ci
sono miliardi di stelle… il tempo sembra non scorrere… o lo fa lentamente… come lentamente ci muoviamo in questo non-giorno o non-notte… leggeri come piume d’uccello passeggiamo saltellando tra rocce e crateri… alzando un attimo lo sguardo,
eccola li… azzurra… tonda… grande… fiera e bella… la nostra terra…
il nostro pianeta… unico nel suo genere… si vedono i continenti spezzati
dalle nuvole che ci passano sopra… gli oceani blu e profondi… nella
parte buia si riescono a vedere le grandi città illuminate… quanto sono
poche… si vedono i poli… bianchi e freddi… Splendida… Attorno a
noi solo silenzio… nessun rumore… tutto sembra ovattato… i movimenti…
i rumori… il tempo…

Apriamone un?altra? Andiamo nel deserto?

Il deserto… spazi infiniti… una pace assoluta… il sole… un cielo
azzurro… passeggiando in mezzo al deserto si ha l’impressione di essere
l’unica forma di vita presente nel raggio di mille chilometri… in realtà
ce ne sono fin troppe che noi non vediamo… l’unica fuori posto siamo noi…
ovunque volgiamo lo sguardo è tutto uguale… sabbia… dune… solo questo…
ma c’è qualcosa di unico… forse il silenzio… forse l’essere soli in
mezzo a tutto quello spazio… non so… mentre siamo li a girare la testa con lo sguardo perso nell’orizzonte di sabbia… il sole inizia la sua discesa finale per nascondersi e lasciare il posto alla luna… e le stelle… uno spettacolo unico nel suo genere…
nel deserto non ci sono altre luci… ma eccola li… con le sue palme…
i le sue piante di papiro… qualche cespuglio verde nonostante le condizioni
di vita… una piccola conca d’acqua e un pozzo dal quale bere… tranquilli
ci dirigiamo verso quel riparo in attesa della notte con tutta la sua magia
resa ancor più unica dal posto in cui siamo… beviamo l’acqua del pozzo…
fresca… buona come non mai… e ci stendiamo all’ombra della poca vegetazione
a contemplare il tramonto… rosso come il fuoco… come il sangue… e
alle nostre spalle già il buio che avanza rubando terreno all’azzurro… scendono le palpebre? si chiudono gli occhi? apriamo un?altra porta? finiamo nel regno di Morfeo? qui ognuno può andare avanti da se?
buon viaggio a tutti?

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

A tutti…

26 Giugno 2003 7 commenti

Ancora grazie a tutti… per esserci… per emozionarmi… per scrivere… per i vostri messaggi… per i vostri commenti… per le vostre mail… per i vostri pensieri… non credo che troverò mai le parole necessarie a farvi capire cosa provo in questo momento… cosa provo provo ogni volta che apro il blog e leggo il numero sul contatore… quanto trovo un nuovo commento… quando scopro una mail… quando passo nei vostri blog e vi leggo… quando ogni vostra parola è un’emozione che m’entra dentro… quando vi sento vicini nonostante non vi conosca… forse è a questo che serve il blog… forse è questo il bello di questi computer… ci spoglia di tutto quello che è fisico, ma ci lascia anime e cuori… menti ed emozioni… oggi sono un pò malinconico… non triste… solo malinconico… forse perchè stanotte ho dormito più del solito… mi avete riempito di belle parole… mi avete tirato su… ci siete stati… e mi avete emozionato… come ogni volta che vi leggo… Vorrei farvi un regalo e abbracciarvi tutti uno per uno… (specialmente le ragazze ;) ) Lasciarvi un sorriso… per ripagarvi almeno un minimo di tutte le emozioni e la vita che mi avete dato…
Mi sto affezionando… non va bene… :)

Categorie:Senza categoria Tag:

Sole…

26 Giugno 2003 4 commenti

Dov’è?? Dove sei… mi sta scendendo malinconia… situazione pericolosa… Vicino… dentro di me… brilla… immagino i tuoi occhi rivolti verso il basso con aria pensierosa, alzarsi distratti, dal loro viaggio tra sogni e speranze… immagino un sorriso nascere sul tuo viso… immagino il tuo sguardo che entra in me… scende nel profondo del mio animo… negli anfratti più nascosti… dove nascondo la verità… se esiste una verità in me… immagino le tue mani muoversi e sfiorarmi il cuore… accarezzarmi l’anima… farla vibrare… immagino il tuo odore inebriante e dolce come il vino degli dei… immagino la mia mente svuotarsi di tutto per far posto al tuo pensiero… immagino un silenzio che parla più di mille libri… immagino un abbraccio che mi trasmette il calore di una vita… immagino le emozioni più dolci nascere dai tuoi occhi e che i miei ruberanno per farne un tesoro da conservare gelosamente nel profondo me stesso… immagino… solo questo…

Categorie:Argomenti vari Tag:

Pensieri in confusione…

26 Giugno 2003 4 commenti

?è bussando alla porta del paradiso che mi chiedo chi aprirà? Non sto ascoltando Bob Dylan come potete pensare dalla frase che ho appena scritto? in questo momento suona Cat Stevens, Father & Son per essere precisi? ?I am old, but I am happy?? lo ha detto adesso adesso? Allora eccomi qua con tutta la mia bella confusione da cui cercherò di tirar fuori qualcosa di sensato? so che sarà una vana speranza, ma ci si prova sempre? infilerò il braccio nel lago dei miei pensieri e ne pescherò qualcuno? vediamo che esce fuori? intanto non so con cosa iniziare? sspingo tasti a caso sperando che nasca qualcosa? ma niente? sembra inutile? vuoto? una luce lontata? forse un pensiero? forse una stella? magari un sole? un sole? nonostante sia lontano ci riscalda? ci illumina? ci da vita? ma molti di voi hanno un bellissimo sole anche accanto? nella vita? diteglielo ogni tanto? non tenetevi le cose dentro? anche se lo sa già fa piacere sentirselo dire? ho conosciuto persone fantastiche in questo blog? vi ringrazio tutti per le visite? i commenti? per quello che scrivete? per quello che date? per esserci? forse mi sto affezionando un po? troppo a qualcuno di voi? ma non è un problema per me? vi voglio vivere? vedrò poi che succede? Quello dico è quello che penso? non dico le cose con secondi fini? non l?ho mai fatto e non m?è mai piaciuto farlo? o dico o non dico? non ho mezze misure e forse questo non è un bene? ma è cosi? una delle mie grandi paure è il non essere capito? il non essere chiaro in quel che sono? in quel che provo? spesso mi è costata tantissimo questa mia paura? a volte perché era fondata? altre perché non lo era? una cosa che cerco di non fare è pensare poi cose del tipo? forse era meglio se non dicevo cosi, ma in quest?altro modo? magari se gli dicevo questo avrei avuto questa reazione? non ci penso quando dico le cose e non ci penso dopo? dico quel che penso con la massima sincerità? e a volte ne pago le conseguenze? ma preferisco cosi?
Ho finito pure l?acqua? bah?

Un momento…

26 Giugno 2003 5 commenti

…di tristezza… di malinconia… lo sguardo che si abbassa… il sorriso che va via… un sospiro… non so perchè… siete delle belle persone…

Categorie:Internet Tag:

me ne vado a casa…

25 Giugno 2003 2 commenti

basta… sono stufo di stare chiuso qua dentro… me ne torno a casa… oggi ho un pò trascurato il blog… non si fa… ma vi ho letto… non temete… forse non v’ho commentati tutti perchè non mi veniva niente da dirvi… solo emozioni… e sono cosi difficili da mettere su carta… è questione di un attimo… le ho vissute piene… ma oggi sono distratto… non so… forse è colpa della nottata quasi in bianco… forse sono i pensieri che non mi lasciano… forse è il lavoro che devo fare… devo devo… ultimamente questo lavoro lo faccio con costrizione e si sa che le cose fatte per dovere, senza piacere non sempre riescono un granchè… soprattutto se inizia a mancare la voglia… gli stimoli… ma bisogna pur mangiare… Dovrei fare come il protagonista del libro di Fabio Volo… Inizia il part-time… prendere più tempo per me… è solo che poi come campo??? in questa nostra bella società se non lavori non mangi ed è anche giusto… ma a me basta poco… non me ne frega niente d’andare in giro con le mutande firmate in seta… non m’interessa comprare una macchina super… tanto sto in città… e se devo andare fuori ci vado anche la mia clio di quasi otto fa… non mi faccio mancare quello di cui ho voglia… ma mi basta poco… l’unica cosa che mi manca e che non riesco a comprare è una casa… e già… magari la casa dei sogni… mi basta poco anche per quella… :)

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Buonanotte Amici e Amiche..

25 Giugno 2003 11 commenti

sono le 2 e 40… è partita The End dei mitici The Doors… La candela è quasi finita… i pensieri vanno come comete… la notte prosegue con la sua magia… Morrison canta nella mia testa… inizia il viaggio… Buonanotte a tutti… Siete delle belle emozioni… Marco…

Categorie:Senza categoria Tag: , ,